Passa ai contenuti principali

Il Grano cotto



L’azienda “Miele” vanta un’esperienza pluriennale nel settore della produzione delle

conserve alimentari. Nata nel lontano 1965 per opera del fondatore Felice Miele, quest’anno
festeggia il suo 50ennale con la seconda generazione guidata dal figlio Francesco, passato
alla guida nel 1995.
Il suo core-business deriva dalla vendita di un prodotto, il “Grano Cotto”, elemento
primario per la produzione della famosa “Pastiera Napoletana”, dolce partenopeo tra i più
consumati nel periodo Pasquale, prodotto ancora oggi in Campania dalle nostre massaie
con gli stessi ingredienti di una volta.
La Pastiera Napoletana, fu inventata probabilmente nella pace segreta di un monastero
dimenticato napoletano. Un’ignota suora volle che in quel dolce, simbologia della
Resurrezione, si unisse il profumo dei fiori dell’arancio del giardino conventuale.
Alla bianca ricotta mescolò una manciata di grano, che, sepolto nella bruna terra, germoglia
e risorge splendente come oro, aggiunse poi le uova, simbolo di nuova vita, l’acqua di mille
fiori odorosa come la primavera, il cedro e le aromatiche spezie venute dall’Asia

Commenti

Post popolari in questo blog

Manzo

La differenza tra Kobe e manzo Wagyu.
In Cina non tutti sanno questo.
manzo Wagyu è intensamente marmorizzato con il grasso più morbida, ha percentuali più elevate di grassi monoinsaturi, acidi grassi omega-3 e omega-6 ed è più basso in colesterolo rispetto manzo merce. Le combinazioni di questi grassi forniscono un sapore ricco e tenero distintivo rispetto ad altri di manzo.

Il Wagyu più esclusivo nel mondo proviene da Kobe, in Giappone. Le persone usano i termini Kobe e manzo Wagyu intercambiabile negli Stati Uniti pensando che si riferisce alla carne di manzo giapponese stesso premio importato, quando non è così.

Pizza Salsiccia e Friarielli at La Pizza Napoli in Beijing

Gennaro Miele
Salsiccia e friarielli e’ un piatto tipico napoletano, nonché il secondo piatto per eccellenza della domenica partenopea.  I friarielli sono una tipica verdura campana simile alle cime di rapa, dal gusto un po’ amarognolo, un detto dice “A sasicc’ e’ ‘a mort d’ ‘o friariell’ ” (La salsiccia e’ la morte dei friarielli) e infatti si servono spesso insieme. 
TRADIZIONE NAPOLETANA

Qui ci sono venti aziende lattiero-casearie dove puoi acquistare la vera mozzarella di bufala, in provincia di Caserta

Here are twenty dairy farms where you can buy the true buffalo mozzarella in the province of Caserta


Guida | Venti caseifici dop a Caserta dove acquistare l’autentica mozzarella di bufala campana
mozzarella di bufala campana di Antonella D’Avanzo Cosa c’è di più spettacolare che assistere alla lavorazione del latte di bufala, vedere gli animali e degustare la mozzarella sul posto? Ecco gli indirizzi di venti caseifici della provincia di Caserta impegnati nella dop, senza classifiche, dove trovare l’autentico formaggio.
bufala Nel mercato finiscono tanti prodotti per così dire “approssimativi” se non veri e propri falsi, per riconoscere una mozzarella certificata bisogna sapere che si chiama mozzarella solo se l’origine è il latte di bufala e perché si abbia la certezza di acquistare un prodotto certificato di pregio si dovrà cercare l’apposito marchio di colore giallo-arancio rilasciato dall’Unione Europea con il nome “mozzarella di bufala campana” insieme al marchio del Consorzio di T…