Passa ai contenuti principali

Vera Pizza Napoletana

gifs website
Secondo le norme proposte dalla Associazione Vera Pizza Napoletana ,  la vera pasta della pizza napoletana è costituito da farina di grano tenero ( tipo 0 o 00 , o una miscela di entrambi), lievito naturale napoletana o lievito di birra, sale e acqua. Per i risultati appropriati, forte farina con elevato contenuto di proteine ​​(come quello usato per la panificazione, piuttosto che dolci) deve essere utilizzato. L'impasto deve essere impastato a mano o con un miscelatore a bassa velocità. Dopo la lievitazione, la pasta deve essere formato a mano, senza l'ausilio di un perno di rotazione o altra macchina, e può essere non più di 3 millimetri (0,12 in) di spessore. La pizza deve essere cotto per 60-90 secondi in un 485 ° C (905 ° F) forno di pietra con un fuoco legno di quercia.  A cottura ultimata, dovrebbe essere morbida, elastica, tenera e profumata.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pizza Gourmet

La Pizza Napoli in Cina

Roller mozzarella

Pronti roller mozzarella è disponibile per il vostro aperitivo, per qualsiasi vostra richiesta, x favore, contatta il nostro ufficio commerciale www.mielefood.com un pezzo in confezione da 170 gr di peso netto
Miele tradizione Napoletana
visita la pagina facebook
fantastici prodotti completamente BIO


Bismarck Pizza

Bismarck Pizza : Questa pizza è stata così chiamata per analogia con la Bistecca alla Bismarck che, malgrado il nome, non fa parte della tradizionale cucina tedesca. Si chiama carne alla Bismarck qualsiasi ricetta di carne ricoperta di uova fritte, proprio per la grande predilezione verso le uova dimostrata dal cancelliere tedesco Ottone principe di Bismarck-Schönhausen (1815-1898): ne mangiava anche una dozzina alla settimana. La Bistecca alla Bismarck sembra risalire all’epoca della Triplice Alleanza fra Italia, Austria e Germania (1882), quando Bismarck, simbolo della potenza tedesca, era denominato il Cancelliere di ferro. La preparazione di carne con uova fritte fu intitolata a lui proprio perché era particolarmente energetica. Ed essendo morto a 83 anni, il nostro Otto von Bismarck è l'ennesima dimostrazione che le uova non fanno male e che ne uccide più la psiche del colesterolo.